Unsassoverticale

Elba, agosto 2007.

Un figlio di due anni già spaventosamente geloso della pancia che nel giro di due mesi si sarebbe trasformata in sua sorella.

La notizia fresca che, per TRE posizioni in graduatoria, non ero stata chiamata per l’assunzione a tempo indeterminato dal Ministero dell’Istruzione (il famigerato “ruolo”).

La mia solita tendenza a sentirmi peggio di qualcuno, meglio di qualcun altro.

Poi vedo la meravigliosa ingenua delicata inconsapevole opera d’arte della foto. E mi dico dài, guarda quanta semplice bellezza in questi che sono solo sassi, quanto paziente amore nel gesto antico dello sconosciuto che te l’ha regalata; guarda che umile fierezza in quei sassi verticali, che sfidano così pervicacemente nientemento che la gravità, nemico intrinseco alla loro natura. Che eleganza, che leggerezza, in un equilibrio tanto difficile.

E mi dico voglio vivere così, come un sasso verticale.

averticalstone@outlook.it

Annunci

9 pensieri su “Unsassoverticale

  1. Che bello, il tuo programma di vita! Magari faccio una prova anche io. Ma sì, questa settimana la dedico alla verticalità

  2. dopo aver letto un tuo commento sul blog della pellona, click “a scatola chiusa” sul tastino follow. io sono uno di quelli che passa le ore, davanti al mare come in montagna, a mettere sassi in verticale, in momenti di rara bellezza. piacere di conoscerti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...