Lo scriveva Gibran, ma mia figlia lo sapeva già

io: vieni qui che ti spazzolo che hai in testa un cespuglio.

C: no quella spazzola mi tira i capelli. ho già fatto da sola.

io: ma hai ancora in testa un cespuglio, faccio io, ti prometto che faccio piano.

C: no.

io: faccio piano.

C: no! sono io la governante di me stessa!

io: ma io sono la tua mamma, sono anch’io “la governante di te stessa”!!

C: ma io di più, perché io sono, me stessa!

 

C ha cinque anni e mezzo, e temo che mi darà filo da torcere.

Annunci